La Voce dei Popoli

Organo internazionale multilingua del Partito Socialista Universale P.S.U.

JACOB BOEHME, GRANDE MISTICO E PROFONDO FILOSOFO DI UMILI ORIGINI

Jacob Boehme fu uno dei più profondi pensatori del 1600, non solo in Germania ma in tutta Europa. Di professione calzolaio e di scolarità elementare, fu in grado di esprimere un pensiero molto profondo sulla natura umana e sulle leggi che regolano l’universo. Attualmente i suoi scritti e le sue riflessioni filosofiche sono tornati in auge presso varie università in Europa ed in America. Il suo profondo misticismo ci dà una dimensione universale dell’essere umano.

Consigliamo a tutti gli appassionati di cultura e filosofia di leggere con attenzione l’articolo che segue, scritto originalmente in inglese da Bryan Aubrey e tradotto poi in portoghese. Il fondatore del PSU darà una libera versione in italiano.

LE GRANDI IPOCRISIE ITALIANE NELLE COMMEMORAZIONI. ONORIAMO E RISPETTIAMO LA MEMORIA DI DUE EROI E VITTIME DELLA LOTTA CONTRO LE MAFIE E CONTRO UN REGIME CRIMINALE CHE LE SOSTENEVA E LE SOSTIENE

In occasione della strage di Capaci, unitamente a quella di via d’Amelio, in cui furono trucidati i giudici Falcone e Borsellino, insieme alle loro scorte, per mano della mafia, che ci risulta essere coordinata e subordinata ad alcuni apparati dello Stato, i quali condizionavano e condizionano il potere nel paese; il PSU, per tale motivo, ritiene doveroso far luce sugli aspetti più inquietanti ed oscuri di queste due stragi. Nella loro attività investigativa sia Falcone che Borsellino erano arrivati alla conclusione che la mafia, o meglio dire le mafie di varia natura, le quali depredavano (e ancora depredano) le risorse pubbliche, condizionavano la vita democratica e politica del paese devastando l’economia e la società, e costituivano un anello intermedio di un potere e di un’organizzazione superiore che ne coordinava l’azione. Questa loro scoperta decretò anche la loro fine, poiché metteva a rischio tutto un regime a carattere criminale che aveva la finalità di gestire e perpetuare il potere in Italia. Tale regime ed organizzazione, parallela ed occulta ai poteri costituzionali dello stato, persiste ed è operativa nell’attualità. Le manifestazioni indette per la strage di Capaci sono, IN MAGGIORANZA, ipocrite e retoriche, poiché poco o niente è stato fatto per debellare ed estirpare UN REGIME CRIMINALE AMMANTATO DA UNA PSEUDO DEMOCRAZIA che ci opprime e condiziona. Come esempio citiamo Draghi (il cobra), al momento capo del governo, che non parla quasi mai di mafia, di criminalità politica e finanziaria, COME SE TUTTO QUESTO NON ESISTESSE E NON CI FOSSE BISOGNO DI UNA LOTTA SENZA QUARTIERE CONTRO TALI DEVASTANTI REALTÀ.

Dedichiamo questo articolo a Falcone e Borsellino, e a tutti gli uomini e donne che con coraggio si sono battuti contro le mafie – vivi o morti che siano – ed a quanti in silenzio le hanno contrastate e le contrastano. Tra questi eroi includiamo il giudice Gratteri che con determinazione e solitudine prosegue la sua lotta contro la criminalità.

A tutti essi, promettiamo che non daremo scampo né quartiere a questa feccia umana, in un paese in cui vi è un’alta densità mafiosa ed una notevole corruzione. Questa umiliante realtà rappresenta un pericolo per tutto il genere umano.

Per essere più espliciti su quanto esposto, rieditiamo alcuni articoli sull’argomento affinché gli italiani prendano coscienza di una situazione che mortifica un popolo che ha una storia millenaria:

RICORDIAMO E RISPETTIAMO I CADUTI DELLE STRAGI E BATTIAMOCI AFFINCHE’ LA VERITA’ EMERGA DALL’OSCURITA’

UNO SQUARCIO DI VERITÀ SUL TERRORISMO NERO, BIANCO O ROSSO, STRAGI DI STATO E RAPPORTO STATO-MAFIA

LA GRANDE TRUFFA DEL 110% E L’OCCASIONE PERDUTA PER RIQUALIFICARE I CENTRI STORICI E LE PERIFERIE, INSIEME ALLA MESSA IN SICUREZZA DEL TERRITORIO.

La scellerata e disastrosa legge del 110%, riguardante principalmente i lavori di ripristino delle facciate, in larga misura, non ha fatto altro che rimpinguare le casse della malavita, facendo aumentare a dismisura i costi dei materiali per l’edilizia, compromettendo notevolmente il futuro di questo comparto produttivo fondamentale per l’economia del paese.

In definitiva la legge citata ha innescato speculazioni e frodi e fatto aumentare il pil fittiziamente, oltre a danneggiare, come già detto, il settore delle costruzioni; in un momento di crisi e di una carestia che bussa alla porta dell’Italia e del mondo e che determinerà la carenza di materie prime per i settori produttivi nonché dei generi alimentari.

Al posto dell’insensata legge del 110% occorreva varare una legge urbanistica di indirizzo nazionale che fosse in grado di regolare l’uso del suolo, privilegiando il riuso dell’esistente, accompagnandolo ad una bonifica ambientale e incrementando le aree a verde urbano con una sana politica ecologica. A questo bisognava aggiungere piani di recupero dei centri urbani e delle periferie, con opere di messa in sicurezza sismica e idrogeologica per le zone a rischio. Un progetto di tale portata di livello nazionale potrebbe portare milioni di posti di lavoro (circa il 30% della forza lavoro nazionale) per quasi 40 anni, ridando lustro e bellezza al nostro paese e cancellando brutture e scempi realizzati in decenni nella bella Italia.

Invece si è privilegiato la truffa, l’imbroglio, il raggiro, la corruzione e l’incompetenza, il tutto coordinato ed orchestrato da una classe politica indegna, corrotta e spesso criminale. Al solo scopo di illustrare come sia possibile recuperare, in modo naturalistico, ampi spazi urbani degradati, pubblichiamo il progetto del fondatore del PSU relativo al recupero di una vasta area prossima al centro di Nola (Napoli).

LA VERITÀ TRADITA ED OCCULTATA

Le reali cause della guerra in Ucraina.

Le responsabilità dell’ONU, del governo ucraino e di quello russo.

Il fallimento dell’ONU per portare la pace è stata la sua incapacità di mediare l’assenza di una volontà di tregua e di un accordo tra le parti in conflitto.

La cobelligeranza dell’Europa ed usa porterà alla distruzione dell’ucraina e ad un disastro mondiale.

In Italia, un criminale finanziario con le sue bande sta devastando il paese economicamente e socialmente, impoverendo tutti.

L’Italia, quale paese ostile alla Russia, sta correndo un grave rischio ed un gravissimo pericolo.

L’Europa è governata e controllata da un’oligarchia finanziaria, spesso imparentata con quella criminale.

I media, ovvero l’orchestra dei mercenari dell’informazione, sono quasi tutti nelle mani di questa oligarchia che controlla e distorce la verità e riduce i popoli a semplice comparsa e ad un normale contorno di una dittatura finanziaria.

È ora che tutti i popoli europei scendano nelle piazze e pongano fine a questo stato, prima che sia troppo tardi.


LA VERITÀ TRADITA ED OCCULTATA

La guerra in Ucraina ha radici lontane. Essa risale alla fine dell’Unione Sovietica e quando questa realtà si smembrò creando un collasso economico, sociale e politico. Buona parte dei cittadini di questo Stato subì privazioni e condizioni materiali umilianti: miseria, fame, denutrizione, abbrutimento erano la norma in quel periodo, insieme alla scarsa assistenza dei servizi sociali e sanitari. I governi europei, diretti e controllati dalle centrali finanziarie, incentivarono il processo di disgregazione dello stato sovietico invece di avviare un approccio di solidarietà, con aiuti e spinte verso l’integrazione con l’Europa.

È STATO UN ERRORE FATALE DI CUI OGGI SI VEDONO LE CONSEGUENZE CON UNA GUERRA NEL CUORE DELL’EUROPA CHE TENDE AD ESTENDERSI.

Polonia, Ungheria, Paesi baltici ed altre entità si sono resi indipendenti dalla Russia. L’Unione europea, insieme alla NATO ed al governo americano, hanno sempre cercato di erodere e smembrare il territorio russo. L’Ucraina è stato il passo successivo a quello di altri Stati, facendone l’ariete per la demolizione della realtà politica ed economica russa, e per portare le basi NATO all’interno dell’Ucraina e presso il confine con la Russia. L’elezione di Zelensky, appoggiata e sostenuta dalla finanza europea e da quella americana ed ucraina, ha posto le basi per l’entrata nella NATO di questo Paese. Ciò è confermato, non solo dagli armamenti ricevuti dall’Europa e dall’America, ma anche dalle esercitazioni compiute tra truppe NATO ed ucraine, su suolo ucraino, oltre che al cambiamento della costituzione ucraina, affinché questo Paese potesse entrare nella NATO.

Il disegno di smembrare la Russia e gestire le sue risorse era a conoscenza del governo russo. Non appena Zelensky ed il suo governo hanno fatto passi decisivi per entrare nella NATO, i russi hanno invaso il loro Paese. UN GRAVE ERRORE DI METODO.

Demonizzare Putin è fuorviante, poiché l’azione aggressiva russa è stata dettata da ragioni inerenti alla difesa dell’integrità della Federazione Russa. Con o senza Putin, quanto accaduto sarebbe avvenuto lo stesso, dato che era in gioco l’esistenza della stessa Federazione.

Attualmente l’obiettivo dei russi è quello di occupare l’intera Ucraina, rendendola inerte dal punto di vista militare. L’Europa sta alimentando questa guerra con armi e sanzioni, una scelta che si rivelerà devastante per la stessa Europa, dato che la Russia ha risorse sufficienti per una propria autarchia e sta creando le basi di un’economia parallela con l’aiuto della Cina, parte del Medioriente, estremo oriente ed Africa, tagliando fuori e mettendo in crisi la Comunità Europea che si è schierata unilateralmente contro la Federazione Russa ed è stata da questa definita una realtà ostile.

Una situazione del genere determinerà un radicale cambiamento politico ed economico nel mondo. A questo punto, ad evitare un disastro mondiale occorre mettere in campo una mediazione DI ALTISSIMO LIVELLO MORALE E POLITICO, fatta da uomini di Paesi non coinvolti, RIUNITI IN UNA ASSEMBLEA MONDIALE (visto che l’ONU ha fallito il suo compito) per fare tacere le armi evitando una catastrofe generale.

Il PSU ha fatto la sua proposta che è ragionevole ed equilibrata, che può essere presa inconsiderazione.

MUTATIS MUTANDIS: CAMBIARE IN FRETTA QUELLO CHE DEVE ESSERE CAMBIATO, PRIMA DELLA TRAGEDIA.

Leggi l’articolo scritto nel 1933 da un saggio filosofo ed artista russo. Rimandiamo il lettore a http://www.lavocedeipopoli.it/cultura/mutatis-mutandis/

PROPOSTA PER UNA PACE DURATURA TRA RUSSIA ED UCRAINA DA PARTE DEL PARTITO SOCIALISTA UNIVERSALE (PSU)

Condizione imprescindibile e necessaria è il cessate il fuoco tramite un accordo internazionale. Riconoscimento dell’indipendenza, autonomia e neutralità (non armata) dell’Ucraina, non appartenente alla comunità europea ed alla NATO. Indipendenza della Crimea e delle repubbliche Donetsk e Lugansk. Trattato di pace e non aggressione da parte della Russia all’Ucraina. Creazione di una fascia smilitarizzata di 150 km intorno all’Ucraina. RITIRO DELLE TRUPPE RUSSE dall’Ucraina e delle sanzioni nei confronti della Russia. Aiuti economici internazionali all’Ucraina per rimettere in piedi la sua economia e sanare le distruzioni della guerra.

Tra qualche anno avviare le trattative per un’integrazione all’Europa dell’Ucraina e della Russia con una nuova compagine politica Ucraina e russa e con la sostituzione dell’attuale classe dirigente europea.

Tutto questo, se realizzato, toglierebbe alla Russia ogni pretesto di invasione ed all’Ucraina velleità nocive alla sua esistenza ed allontanerebbe il pericolo di una guerra in Europa ed una devastante crisi economica nel vecchio continente.

UNA MIMOSA PER LA PACE

Per le mamme, le spose, le nonne, le sorelle, le fidanzate: FATE TACERE LE ARMI ED ALLONTANATE IL VENTO DELLA MORTE CHE SOFFIA SULL’UCRAINA.

Creare in Europa un nuovo ordine sociale, economico e politico in cui la libertà, la vera democrazia, la solidarietà, la fraternità ed il benessere comune siano valori fondamentali di un essere umano rigenerato. Tutti i popoli del mondo si devono unire in uno sforzo comune e manifestare per un cambiamento epocale, allontanando dal potere quanti, con la loro sete di ricchezza, con violenza e turpi attività e imposizioni, compromettono il destino dell’umanità e dell’ambiente.

“L’attuale umanità si trova in uno stato di confusione e senza protezione. I grandi progressi che essa ha realizzato in campo materiale non hanno portato vera felicità e non permettono di intravedere un futuro di serenità e pace: GUERRE, FAME, EPIDEMIE, CATASTROFI ECOLOGICHE, CRISI SOCIALI ED ECONOMICHE, ATTENTATI CONTRO LA LIBERTÀ PERSONALE SONO TANTI FLAGELLI CHE ASSILLANO, ATTUALMENTE, L’UMANITÀ E CHE OSCURANO IL SUO DESTINO.”

“In tempo di calamità è opportuno cambiare rapidamente quello che deve essere cambiato”

messaggio dall’Himalaya di Nicholas Roerich

LETTERA AL PRESIDENTE DELLA FEDERAZIONE RUSSA VLADIMIR VLADIMIROVIČ PUTIN DA PARTE DEL FONDATORE DEL PARTITO SOCIALISTA UNIVERSALE (PSU)

Egr. Presidente,

tu hai conosciuto l’Unione Sovietica con i suoi pochi pregi e molti difetti. Sei stato addestrato a difendere quel regime, con brutalità, come ufficiale del KGB. Hai assistito con amarezza, rabbia e dolore allo smembramento della tua patria ed all’indifferenza dell’Europa – GESTITA DA PREZZOLATI DELL’ALTA FINANZA – che nulla hanno fatto per migliorare le condizioni di precarietà e miseria in cui la popolazione russa era caduta. Questi inutili, corrotti ed incapaci burocrati europei non avevano capito, E NON HANNO CAPITO, che la Russia è parte integrante dell’Europa, senza la quale il vecchio continente non costituisce una valida realtà. Oggi hai mostrato i muscoli invadendo l’ucraina, anche se hai qualche ragione, dovuta all’insapiente, pericolosa e fallimentare politica europea condotta da uomini soggiogati dal potere finanziario e da quello criminale.

Ora è arrivato il momento di far tacere le armi e sistemare con saggezza ed equilibrio la questione ucraina. Ricordati che le guerre non portano mai “BENE” ai regimi come il tuo.

È opportuno dare un assetto stabile all’Europa e tu puoi avviarlo conducendo la Russia verso l’integrazione europea che potrebbe dare origine ad una realtà federata di tipo presidenziale; in cui la libertà, la fratellanza, la difesa della dignità umana, la prosperità e la ricerca del bene comune siano i valori fondanti di questa nuova e solida realtà politica che può dare stabilità e pace, non solo all’Europa ma al mondo intero. TIENI BENE INCISO NELLA TUA MENTE CHE: PICCOLE IDEE FANNO UOMINI PICCOLI E GRANDI IDEE FANNO UOMINI GRANDI!

I valori sopra elencati, ti sono stati insegnati nella vecchia unione sovietica, ANCHE SE SOLO DAL PUNTO DI VISTA TEORICO. Tu potrai iniziare il percorso che ti ho indicato, attribuendoti, legittimamente, il merito di esso. Ma non potrai portarlo a termine, poiché la Russia ha bisogno di personaggi che abbiano una storia, formazione e cultura diversa dalla tua e ciò per poterla cementare solidamente all’Europa. Quanto ti sto suggerendo non dovrebbe esserti difficile da realizzare. Di fronte ai nani politici e criminali finanziari, UOMINI SENZA VALORE, che purtroppo spesso hai subornato, e che stanno immiserendo, IN TUTTI I SENSI, i cittadini europei con le loro scelte economiche. Un esempio è dato dall’Italia governata da un criminale finanziario che sta impoverendo il Paese e distruggendo l’economia, DANDO SEGUITO AD UN REGIME CRIMINALE AMMANTATO DA UNA PSEUDO DEMOCRAZIA.

Io non posso essere tuo amico poiché ho una concezione del socialismo ben diversa dalla tua. Per me la libertà individuale, la vera democrazia basata sulla volontà popolare, la fratellanza, la solidarietà, la prosperità e la sincera ricerca del bene comune sono elementi inscindibili di un vero socialismo, in una società che tutela moralmente e fisicamente l’individuo rispettando e proteggendo l’ambiente che ci circonda e ci permette di vivere.

Spero che tu possa leggere queste parole e riflettere attentamente su di esse poiché sono dettate da una lunga esperienza e da una sincera volontà di intenti per aiutare te, il popolo russo e quello ucraino, e portare la pace in Europa e nel mondo.

Ti saluto

Il fondatore del PSU

Gennaro Ardolino

Al-Farabi, un pensatore e filosofo islamico che ha contribuito a ridare all’Occidente la cultura greco-latina

Al-Farabi, filosofo musulmano, tra i principali intellettuali del mondo islamico che ebbe il merito di introdurre la cultura greco-latina nel pensiero dell’epoca. Attraverso la sua attività nella Casa della Saggezza a Baghdad fece conoscere le idee di Aristotele, Platone, Plotino, Pitagora, Socrate e tanti altri. La filosofia del pensiero antico fu inserita nel credo religioso dell’islam grazie a Al-Farabi ed altri filosofi attratti a Baghdad da regioni dell’estremo oriente, medioriente ed altri Paesi. In genere erano i rappresentanti della migliora cultura ebraica, cinese, cristiana copta, buddista e di altre religioni.

La cultura scientifica e filosofica del pensiero antico, fatta rivivere nella Casa della Saggezza, da Baghdad passò prima nel regno islamico spagnolo, con base a Cordoba, e poi nell’occidente. Tutto il mondo occidentale deve essere grato alla civiltà musulmana per aver riavuto i valori e le conoscenze greco-latine in un momento in cui vi era oscurantismo ed ignoranza in Europa.

Il fondatore del PSU, a breve, tradurrà le pagine allegate.

I CATARI

Conoscere la storia della tragica fine dei catari e l’essenza della loro religione ci porta alle origini del cristianesimo – primitivo e più autentico – e prima che questa religione subisse molteplici riforme.

Testo originale in francese tradotto successivamente in portoghese

COMUNICAZIONE IMPORTANTE PER QUANTI SEGUONO LE ATTIVITA’ DEL PSU

Ogni domenica alle ore 11:30am circa il fondatore del PSU vi informerà sugli eventi locali, nazionali ed internazionali attraverso la libera RADIO ANTENNA CAMPANIA (trasmette sui 93.700 e 103.150 Mhz e in streaming https://www.radioantennacampania.it/).

FRAMMENTI STORICI DI RADIO LONDRA SULLA RESISTENZA ANTIFASCISTA ITALIANA ED OGNI TIPO DI REGIME CHE LEDE, VIOLENTA ED OPPRIME LA DIGNITA’ E LA LIBERTA’ DELL’UMANITA’

https://youtu.be/2uq7orOtK7w

“Qui è la voce del fondatore del PSU che vi parla per mezzo della libera RADIO ANTENNA CAMPANIA.”

Pagina 1 di 4

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén