Organo internazionale multilingua del Partito Socialista Universale P.S.U.

Categoria: Politica

Manifesto per gli italiani e per tutti i popoli del mondo

Messaggio del fondatore prima delle ferie estive

2 GIUGNO 2021! FESTA DELLA REPUBBLICA… UNA REPUBBLICA CHE SI È TRASFORMATA IN UN REGIME CRIMINALE, AMMANTATO DA UNA PSEUDO DEMOCRAZIA. GLI ITALIANI HANNO IL DOVERE E L’OBBLIGO DI PORRE FINE A QUESTO REGIME. LO DEVONO ALLE FUTURE GENERAZIONI E PER RIACQUISTARE LA DIGNITÀ, IL RISPETTO ED IL PRESTIGIO PERDUTO NEI CONFRONTI DI ALTRE NAZIONI.

È ormai di pubblico dominio che nel Paese esiste un regime che costringe i cittadini a vivere in una realtà di corruzione, intimidazione e vessazioni malavitose, oltre ad ingiustizie e sopraffazioni di ogni tipo, il tutto imposto da un’indegna classe politica associata ad altri poteri.

Questi sono solo alcuni aspetti generati dal citato regime. Ora si comincia a parlare di uno Stato parallelo (regime) che controlla e gestisce ogni aspetto dei poteri dello Stato. Il PSU da tempo ha pubblicato l’organigramma di questa organizzazione (vedi http://partitosocialistauniversale.it/blog/84-schema-dell-organizzazione-occulta-di-potere-operante-in-italia).

La struttura criminale citata è composta prevalentemente da politici, imprenditori, esponenti dell’alta finanza, magistrati, apparati dello Stato, mafiosi ed alcuni alti prelati, tutti spesso riuniti in consorterie massoniche che non sono altro che bande a delinquere. Per liberarsi da un simile flagello, che ci umilia e ci condanna al cospetto del mondo, il PSU in precedenza ha già esposto una strategia adeguata. Essa consiste nell’astenersi dalle urne, per delegittimare ed umiliare la classe politica, effettuare manifestazioni in tutte le città d’Italia per far dimettere il parlamento ed il governo, creare una giunta di governo provvisoria, fare nuove elezioni e dar vita ad una nuova Repubblica degna di questo nome (leggi su facebook il programma del PSU). Qualora il regime scatenasse una reazione violenta e sanguinaria, in tal caso dovranno essere applicate le leggi di guerra, con la condanna immediata degli esecutori degli eccidi, estendendola a tutta la catena di comando incluso quella politica. Le loro famiglie dovranno essere sottoposte a fermo e trattenute in zone di sicurezza per i relativi accertamenti. Quanto esposto deve valere per l’Italia e per tutti gli altri Paesi che si trovano in condizioni similari. Inoltre è fuorviante ed offensivo voler celebrare la lotta alle mafie senza associare a queste ultime le altre organizzazioni responsabili degli stessi reati (tali fatti noi li consideriamo stragi di Stato o di regime). È del tutto evidente che le mafie sono una componente ed il braccio armato del citato regime. Con riferimento alla magistratura ed alla sua grave crisi morale e corruttiva, aggravata da vari casi di compravendite di sentenze, nei vari gradi di giudizio, tale situazione ha generato una profonda sfiducia in essa da parte dei cittadini. La carente e inadeguata attività del capo dello Stato (quale capo del CSM) – che ha sempre fatto finta di non vedere, non sentire e con ipocrisia tacere – ha finito per aggravare la situazione. Il Presidente della Repubblica avrebbe potuto porre fine e dare una soluzione adeguata alla grave crisi esistente, proponendo misure incisive e risolutive nell’attività del CSM e della magistratura in generale. Sul governo Draghi abbiamo già detto che si tratta della continuazione dell’esistente regime e che non porterà nessun beneficio consistente e duraturo ai cittadini. Anzi aumenteranno la povertà, le disuguaglianze, la disoccupazione e continuerà il massacro delle piccole e medie aziende. Per quanto esposto è necessario che il popolo italiano prenda atto e coscienza della realtà esistente e si prepari, con coraggio e determinazione, ad essere attore e protagonista di un profondo e necessario cambiamento.

UN CASO MORALE E POLITICO ITALIANO ED UN PO’ DI VERA STORIA DELLA NOSTRA REPUBBLICA

Prima dell’articolo riteniamo opportuno ripubblicare alcune frasi del fondatore: “LA POLITICA E’ LA POSSIBILITA’ DI FARE IL BENE COMUNE. A QUESTO PRINCIPIO SI DOVREBBERO ISPIRARE TUTTI I POLITICI DEL MONDO. Quando una classe politica è corrotta: questa corruzione si estende a tutti i gangli della società, degradando il senso morale, lo spirito e le azioni di un popolo. Solo attraverso una dolorosa e violenta catarsi si possono rigenerare gli individui e creare le condizioni di una nuova e giusta società. QUANDO NON SI PRODUCE RICCHEZZA SI PUO’ SOLO DISTRIBUIRE MISERIA”.


Iniziamo quest’articolo trattando le cause che hanno portato alla formazione della nostra attuale repubblica. Con l’armistizio dell’8 settembre del ’43, l’Italia si arrese agli alleati, dopo una sciagurata guerra voluta dal fascismo con il consenso della monarchia. Con la fuga del re da Roma (concordata con i tedeschi) l’esercito fu lasciato senza ordini, senza guida e allo sbando. I partiti antifascisti costituirono il CLN (Comitato di Liberazione Nazionale) per la lotta al nazifascismo. Questi partiti erano capeggiati da uomini che avevano conosciuto il tribunale speciale fascista ed erano stati condannati a lunghe pene di detenzione, di confino ed alcuni erano stati anche uccisi. Citiamo solo alcuni nomi che li rappresentano tutti: PERTINI, DE GASPERI, CALAMANDREI, PARRI, NENNI, I FRATELLI ROSSELLI, GRAMSCI, GOBETTI. I componenti del CLN diedero origine ai primi governi nel regno del sud. Finita la guerra fu costituita la repubblica. La cui costituzione pose i partiti alla base della rappresentanza politica e ne fece strumenti per la formazione dei governi e del parlamento come rappresentanti della volontà popolare espressa dal voto. In buona sostanza i partiti e le loro dirigenze erano l’asse portante della democrazia italiana. Fino a quando queste formazioni furono rette da uomini che si erano opposti al fascismo ed avevano qualità morali e politiche, DEGNE DI QUESTO NOME, il Paese si ricostruì e si sviluppò ed i lavoratori ebbero sostanziali miglioramenti materiali delle loro condizioni. Ciò fu dovuto principalmente al tacito accordo tra democrazia cristiana e partito comunista. Tale accordo prevedeva che uno governava e l’altro faceva finta di fare opposizione ed ambedue sfruttavano gli aiuti economici americani e sovietici. CON LA SCOMPARSA DELLA GENERAZIONE CHE AVEVA LOTTATO CONTRO IL FASCISMO, I PARTITI HANNO SUBITO UN LOGORAMENTO MORALE, POLITICO ED ORGANIZZATIVO, TRASFORMANDOSI IN VERE E PROPRIE BANDE CAPEGGIATE DA UOMINI PRIVI DI MORALE E VALORI E CHE NON HANNO ESITATO AD ISTITUIRE PATTI SCELLERATI CON LA MAFIA PUR DI MANTENERE IL LORO POTERE. TUTTO QUESTO HA DETERMINATO IL COLLASSO DEL SISTEMA PARLAMENTARE GESTITO DAI PARTITI. OGGI ABBIAMO IL QUADRO CHE CON DESOLAZIONE SI PRESENTA AI NOSTRI OCCHI E ALLE NOSTRE COSCIENZE. Il taglieggiamento delle imprese, IMPOSTO DAI PARTITI, per ottenere ed incassare mazzette da parte di questi e dei loro capi ha prodotto l’esclusione e la chiusura di aziende valide, privilegiando quelle corrotte e di scarsa qualità. Per completare la loro opera di devastazione, hanno ingolfato le amministrazioni ed imprese pubbliche di raccomandati politici spesso privi di capacità (A SCAPITO DI CHI NE AVEVA MERITO E DIRITTO) aggravando il bilancio dello Stato e rendendo inefficienti e corrotti gli organi dello stesso. Ad aggravare la situazione fu anche la pratica di nominare i manager di enti pubblici, SPECIE QUELLI DELLE ASL, non per la loro competenza ma principalmente per la loro attitudine alla corruzione. Il loro lauto stipendio era diviso (E LO E’ ANCORA) con i partiti ed i capi politici. Gli appalti erano pilotati (COME OGGI) e fasulli, e dati alle imprese che offrivano più consistenti mazzette. Il degrado, l’inefficienza e la disorganizzazione della sanità è dovuto principalmente a tale fatto con un grave danno per i cittadini (il fenomeno citato continua alimentato dalla criminalità che in cambio procaccia e garantisce voti). La situazione descritta ha determinato l’inquinamento di tutta l’economia nazionale permettendo alla criminalità di inserirsi prepotentemente nel tessuto economico della nazione. SI TRATTA DI UN GRAVE CRIMINE CONTRO IL PAESE. Un esempio tipico è quello del Partito Socialista Italiano (PSI) gestito da Craxi. Il quale ha avuto la responsabilità, insieme agli altri, di aver distrutto un patrimonio storico di lotte, di sangue e di sacrifici a favore delle classi più deboli. Questa decadenza morale non è stata solo del PSI ma anche della DC e degli altri partiti che hanno ingenerato un processo di corruzione che si è esteso in tutta la società e negli organi di governo. Oggi abbiamo degli pseudo socialisti (che noi chiamiamo PAGNOTTISTI) che si fregiano di questo titolo per coprire e fare i loro indegni interessi. Attualmente la crisi morale e politica dei partiti si presenta irreversibile ed è evidente che occorrano nuove e valide rappresentanze. Manca anche una degna e capace guida al vertice dello Stato che sia in grado di organizzare e gestire lo sviluppo e la crescita del Paese nel medio e lungo termine e che non sia ostaggio dei partiti spesso soggetti e retti da equivoci e corrotti personaggi. Il PSU nel suo programma (leggi https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=771127549736165&id=133745956807664&__xts__[0]=68.ARAUskojfOVG__i-chgdI2fxXcBbs61i4SdJhQ4UUMImNAwZvo05jojCx2EUGOS6IhStD19qg73cbY8Y-IcaLJmHJqLUefvxXmccSN3tf-0YVr0u1Y1EO4F3483kjWdlcTBn9YWwURpANl6gv88hocptm1Goe-nwGY4478L5DqPGtpV9efQlt7ZNM9L7WekGJ_IhPch4nN_M1E3DTuJqFOnfV0dwg8A_Uqn6VH2E7ONAj2kps4T8J87qHWfFfagWphLDTgCsFjmu3GcJTw4WGI_ti3dHiCVj0JhgViLjRQU6cDFzn5VSpSS8scRx4b0WU7U) ha previsto una repubblica presidenziale in modo da dare un’autorevole guida agli italiani che, insieme ad un qualificato e capace Parlamento (Camera e Senato), siano in grado di portare l’Italia fuori da una situazione di squallore e di riprendere un degno ruolo internazionale. La comparsa sulla scena pubblica di Draghi è appena un fatto provvisorio. IL PERSONAGGIO CITATO HA INDUBBIE CAPACITÀ DI GESTIONE FINANZIARIA… intorno a lui si stanno aggrappando (per non morire) quasi tutti i personaggi politici con il loro entourage (LA GRANDE AMMUCCHIATA CHE NON FARA’ BENE ALL’ITALIA – IL PIU’ BECERO E CORROTTO TRASFORMISMO CHE SI POSSA IMMAGINARE-). Queste corrotte personalità finiranno per intralciare e soffocare la sua attività. Il Paese ha bisogno di una nuova stagione politica per respirare un’aria pulita, DOPO AVER FATTO I CONTI CON IL PASSATO E COLLOCATO SUL BANCO DEGLI IMPUTATI QUANTI HANNO DEVASTATO MORALMENTE, ECONOMICAMENTE E SOCIALMENTE L’ITALIA. Una parola la vogliamo dire sul M5S, “albergo a 5 stelle”, che, come più volte abbiamo asserito, ha ingannato scientemente l’elettorato. Il loro reddito di cittadinanza è stato un totale fallimento. Esso va abrogato e sostituito con il REDDITO DA LAVORO i cui detentori, se idonei al lavoro, devono rendersi disponibile per operare nei Comuni, Regioni, ospedali e cantieri di messa in sicurezza del territorio. Qualora vi fosse un diniego deve essere abolito tale sussidio. Specifichiamo che gli enti e le attività menzionati hanno urgente bisogno di personale. Questa soluzione porterebbe ad un sensibile risparmio sui costi di gestione di enti ed imprese. In merito alle tante promesse ed inganni perpetrati dai dirigenti dei 5stelle, vale la pena di ricordare quello dell’ACQUA PUBBLICA. In Campania, una cospicua fetta della gestione idrica è fatta dalla società GORI. SOCIETA’ CON CONNOTAZIONI CRIMINALI, controllata dalla ACEA di Roma che è gestita dall’amministrazione di questa città della quale la Raggi è sindaco ed è in quota M5S. Il presidente De Luca (alias frittura di pesce) protegge ed appoggia la GORI nonostante essa taglieggi i suoi utenti con bollette fuori da ogni regola e da un adeguato equo canone, erogando acqua di scarsa qualità specie per quello che riguarda la durezza della stessa. CON RIFERIMENTO A GRILLO RITENIAMO CHE SIA UN VOLGARE MISTIFICATORE CON UNA SCADENTE CAPACITA’ COMICA. Noi abbiamo sempre dichiarato che il Movimento citato aveva tra i suoi scopi quello di imbrigliare, confondere ed ingannare gli elettori per sterilizzare la protesta popolare e renderla inefficace (leggi su FB https://www.facebook.com/…/a.135261293…/255113544670904/https://www.facebook.com/…/a.135261293…/655239571324964/https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=773499019499018&id=133745956807664 )TUTTI I REGIMI CRIMINALI CREANO MOVIMENTI SIMILI PUR DI MANTENERSI AL POTERE. Ora il “GRILLO PARLANTE INGANNATORE” sta cercando, con un FASULLO RINNOVAMENTO del Movimento, di perpetuare il suo infausto progetto per l’Italia.

Proclama per la gioventù d’Italia

LA CRISI DEL SOCIALISMO E LA NECESSITÀ DI UN NUOVO SOCIALISMO

La parola socialismo deriva da sociale (dal latino socialis) che significa un essere che vive in comunità, cioè in una società. Il suo senso moderno fu coniato in Francia nel 1820 e voleva dire uguaglianza, libertà e giustizia in uno Stato in cui gli uomini cooperavano gli uni con gli altri per il benessere comune. Storicamente le lotte per una maggiore giustizia sociale trovarono in Platone il paladino nell’antica Grecia, a Roma i fratelli Gracchi furono assassinati per la loro lotta in favore delle classi più deboli, in una società che si reggeva sulla schiavitù. Nei popoli preistorici e “primitivi” vigeva una società paritaria. Sul finire dell’ ‘800 Marx introdusse il concetto di socialismo scientifico, con il suo materialismo storico, che altro non era che la lotta di classe per la conquista del potere per il predominio di un gruppo sociale su altri, imponendo una società egualitaria. Il PSU considera il marxismo come uno strumento per l’analisi storica dei processi umani, al pari di altre teorie. L’esperienza russa del socialismo, basata sulla teoria di Marx-Engels, di Lenin e Stalin, È STATA UN FALLIMENTO, dovuto principalmente ad una visione distorta dello stesso. A quel tempo, da una rivoluzione armata con rivendicazioni sociali, si passò dal potere dei soviet (consigli di operai, soldati e contadini) eletti democraticamente, ad una oligarchia di partito ed infine alla dittatura di un solo uomo (Stalin) che, con l’appoggio dell’apparato repressivo della polizia politica, creò uno Stato oppressivo che limitava ed ostacolava l’evoluzione materiale e spirituale dell’uomo. I movimenti socialisti europei del ‘900 sono stati, in larga parte, guidati da esponenti della borghesia, che non hanno voluto e saputo opporsi al nazionalismo e al fascismo, con le tragiche conseguenze che sappiamo. Nell’attualità, i partiti socialisti sono guidati da presunti intellettuali, APPARTENENTI ALLE CLASSI MEDIO-ALTE, che si sono prostituiti all’alta finanza ed hanno immobilizzato e venduto i lavoratori nelle loro varie componenti. La dimostrazione più lampante di ciò è data dal parlamento europeo, dove la compagine socialista è prevalente e dove le politiche applicate hanno avvantaggiato la finanza ed impoverito i popoli, anziché migliorare lo sviluppo, l’occupazione e la distribuzione della ricchezza. Da queste analisi il PSU ha desunto la necessità di fondare un nuovo partito capace di promuovere la formazione di una nuova Europa basata su una società in cui vige una vera democrazia, la tutela della dignità dell’uomo, la promozione dei popoli materialmente e spiritualmente, assicurando ad ogni cittadino il necessario per una sua dignitosa esistenza. Tutto questo sarà possibile realizzarlo, solo con la sostituzione delle attuali classi dirigenti europee e con la formazione di nuove realtà politiche capaci di indirizzare i popoli europei verso obiettivi di sviluppo, piena occupazione, libertà, giustizia ed un’equa distribuzione della ricchezza. I cittadini, da parte loro, dovranno dare un contributo per la costituzione di una nuova Europa ed una nuova società, CON IL LORO LAVORO ED IMPEGNO SOCIALE E POLITICO. Solo in questo modo l’Europa ed i suoi popoli potranno essere messi al riparo da nuove crisi che prima o poi attanaglieranno il vecchio continente. È bene ricordare che LA CRISI ECONOMICA NON È FINITA. IN CIRCOLAZIONE VI SONO TITOLI FASULLI (DERIVATI) DIECI VOLTE SUPERIORI AL PIL MONDIALE, CIOÈ ALLA RICCHEZZA MONDIALE, E QUESTO NON POTRÀ CHE PORTARE AD ALTRI DISASTRI ECONOMICI SU SCALA GLOBALE. Questa è la ragione fondamentale per creare una nuova Europa autorevole (NON AUTORITARIA) in cui i popoli si riconoscano e si sentano rappresentati e disposti a difenderla, dato che in questa realtà vi saranno un Parlamento, con il Presidente ed il governo eletti direttamente dal popolo con il voto dei cittadini, che li riconoscono nella loro legittimità e dove essi si sentono sinceramente europei. Il nuovo socialismo del PSU pone al centro della sua politica l’uomo e le sue necessità materiali e spirituali, riconoscendo in esso questi due aspetti ed organizzando lo Stato, le sue leggi, la sua economia, la sua giustizia in funzione di questi valori per promuovere l’evoluzione umana in campo morale, intellettuale e materiale, in una visione universale considerando l’umanità nella sua totalità come appartenente ad un’unica razza fatta da uomini liberi e da liberi pensatori. UN VERO SOCIALISMO NON PUÒ ESSERE DISGIUNTO DALLA LIBERTÀ, DALLA FRATERNITÀ TRA GLI UOMINI, DALLA GIUSTIZIA, DALL’UGUAGLIANZA DEI DIRITTI E DEI DOVERI DEL CITTADINO, DALLA SOLIDARIETÀ TRA GLI ESSERI UMANI, DALLA PROSPERITÀ CON UNA GIUSTA DISTRIBUZIONE DELLA RICCHEZZA E DANDO AD OGNUNO LE MIGLIORI POSSIBILITÀ DI CRESCITA MATERIALE ED INTELLETTUALE. TUTTI QUESTI VALORI SONO IMPRESSI SULLA BANDIERA DEL PSU, PER FARSI’ CHE NON SIANO MAI DIMENTICATI NELL’AZIONE POLITICA DEL PARTITO.LA DOTTRINA COMPLETA DEL NUOVO SOCIALISMO SARÀ PUBBLICATA SUCCESSIVAMENTE SU FACEBOOK. Riteniamo opportuno rieditare un articolo già comparso su vari giornali e su “la voce dei popoli” (organo ufficiale del partito) inerente alla necessità di creare il PSU, insieme al manifesto emesso alla fondazione del partito ed indirizzato a tutti i popoli del mondo. Per maggiore comprensione della questione, ascolta i discorsi del fondatore sul nostro canale Youtube https://www.youtube.com/channel/UChK_ghCWiChat5O1_vP50fA

ESISTE UNA SOLA RAZZA, QUELLA UMANA, FATTA DA UOMINI LIBERI E DA LIBERI PENSATORI. GLI UOMINI SONO INDISSOLUBILMENTE LEGATI GLI UNI AGLI ALTRI, LA PACE, LA GIUSTIZIA, LA SOLIDARIETA’ E LA PROSPERITA’ DIPENDONO DALLA LORO VOLONTA’ E DALLE LORO QUALITA’ MORALI

gennaro ardolino, fondatore del psu

Pagina 2 di 2

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén